La Nostra Chiesa

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Dal 1998 è iniziata la lunga avventura della ristrutturazione del monastero, non ancora completata. Sul lato ovest del chiostro, privo di fabbricati, è stata costruita la nuova chiesa che nel maggio 2012 è stata consacrata dedicandola alla Beata Vergine delle Grazie “della Ripa”.

Tanti si sono chiesti: perché una nuova chiesa?
La nostra vita ruota tutta intorno alla preghiera e alla lode del Signore; il suo momento qualificante è la celebrazione della liturgia. Il nostro monastero è sempre stato privo di una chiesa aperta ai fedeli. Abbiamo desiderato che chiunque vuole farlo possa partecipare liberamente alla nostra preghiera, in una piccola chiesa semplice ma accessibile durante tutta la giornata.

Questa chiesa “mancava” fin da quando le Clarisse si sono stabilite qui, ormai 120 anni fa. Generazioni di sorelle, che hanno donato la loro vita fra queste mura, hanno sognato questo spazio… qualche volta bisogna avere il coraggio di sognare: lo hanno avuto le sorelle che ci hanno preceduto, adattandosi coraggiosamente a locali talora fatiscenti, e quelle che nel 1998 hanno dato l’avvio a questa avventura non ancora conclusa; lo hanno avuto e lo hanno ogni giorno tanti
benefattori, piccoli e grandi, vicini o lontanissimi, che non ci fanno mancare il sostegno generoso.

Abbiamo ricevuto questa chiesa come un dono fatto a tutti:
a noi, che quotidianamente vi celebriamo la Liturgia, presentando al Signore la vita di ogni uomo;
a quanti potranno sostarvi;
alla Chiesa di Forlì e all’intera Città.

La chiesa
Abbiamo desiderato che lo spazio chiesa fosse ‘bello’, perché chiamato ad ospitare la Liturgia che celebra la bellezza della presenza e dell’azione del Signore vivente.

Le vetrate
Come scaldare la luce in uno spazio piuttosto ampio e spoglio? 14 vetrate, sette su ogni lato, dedicate rispettivamente a episodi della vita di S. Chiara e al Cantico di frate Sole di S.Francesco.

Altare, tabernacolo, ambone
Abbiamo voluto che fosse la pietra a parlare, ad assumere forme belle capaci di narrare qualcosa del Mistero che nella celebrazione si rende presente.
L’altare, racconta del Sacrificio dell’Agnello e della salvezza che da esso scaturisce. Ma anche allude alla nuova Gerusalemme, in cui “non vi sarà più alcun tempio perché il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello sono il suo tempio” (Ap 21,22).
L’ambone racconta invece della Parola, e di chi ce l’ha regalata attraverso i Vangeli.
Il tabernacolo segnala la Presenza che custodisce.

Il Crocifisso
Dipinto su legno e sospeso davanti alla parete, attira su di sé lo sguardo di chi entra e lo accoglie con le sue braccia aperte. Al Crocifisso di San Damiano abbiamo voluto che si richiamassero la forma della croce e l’immagine del Cristo.
Abbiamo anche voluto che i personaggi che lo circondano, oltre alla Vergine Maria e a S.Giovanni, fossero rappresentativi della nostra storia: quindi appunto Francesco, Chiara, Antonio, Caterina da Bologna, e poi alcuni Santi della Chiesa forlivese (Mercuriale, Rufillo, Pellegrino,… Annalena Tonelli, Benedetta Bianchi Porro. Don Pippo…)

2 pensieri riguardo “La Nostra Chiesa

    1. Una bella chiesa dove si ha la possibilità in ogni momento della giornata di pregare insieme alle splendide sorelle..Pregare con loro infonde gioia al cuore e non ti fa mai sentire in solitudine, avverti la grande presenza di Qualcuno che ci ama più di qualsiasi cosa..Grazie

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...