Chi siamo

Siamo nove sorelle clarisse che vivono

nel Monastero situato a Forlì

in pieno centro storico,

presso la chiesa di S.Biagio.

Nelle nostre giornate molto semplici,

ritmate dalla preghiera e dal lavoro,

cerchiamo di vivere insieme il Vangelo

per restituire con gratitudine la vita

che abbiamo ricevuto.

chiaraFranc

LA NOSTRA VITA NELLE PAROLE DI UN TESTIMONE:

FR. GIACOMO BINI ofm

La vocazione che il Signore ci ha dato non è per noi: il mondo aspetta.

Bisogna essere segno e provocazione per la gente, perché, incontrandoci, si ponga delle domande esistenziali: Che cosa fa questo pazzo? Perché è contento? Chi ha incontrato?

Allora potete spiegare con la vita.

Più noi siamo poveri e più il Signore gode e fa meraviglie con ciascuno, come ha fatto con Maria e con Francesco e Chiara. Il Signore ama il povero, perché il povero non oppone resistenza, lascia trasparire i suoi doni, permetta a Dio di agire in modo diretto.

Quando il Signore ci manda senza sicurezze, attestiamo che la nostra fiducia è in Dio e soltanto in Dio.

Ascoltare è accogliere, ospitare. Se la mia casa è piena di me stesso e di altri desideri, non ascolterò, né accoglierò nulla e nessuno. La nostra capacità di ascolto è commisurata alla povertà vissuta: Dio si fa misericordia nella misura in cui noi ci facciamo capienza.

“Fatti capacità e io diventerò torrente” (Angela da Foligno)

La carità è l’operosa speranza di quello che l’altro può diventare con il mio aiuto fraterno.

Il Signore vuole che noi siamo delle persone libere, capaci di adorare, di essere un dono per l’altro.

Restituite tutto nella gratuità! Mettete a disposizione i doni di Dio, metteteli fuori, fate cantare la bella immagine che avete dentro, illuminata dalla Spirito Santo.

 

 

3 pensieri riguardo “Chi siamo

  1. “Bisogna essere segno e provocazione per la gente, perché, incontrandoci, si ponga delle domande esistenziali: Che cosa fa questo pazzo? Perché è contento? Chi ha incontrato?”

    Mi posi le stesse domande anni fa quando incrociai due suore che brillavano in felicità e gioia, in viale Spazzoli della mia città…… poi conobbi le altre sorelle. Allora erano sette, poi otto, ora ancora sette. Il numero sette, nella Bibbia il simbolo di Dio e della Sua perfezione e completezza.

    Ciao sorelle.
    Con affetto
    Bruno

    "Mi piace"

  2. Come sapete sono accanto a voi. In questi tempi di fatica cerco di aprire gli orizzonti perché l’infinito accoglie ed è sempre uno spirito che generosamente accoglie.

    "Mi piace"

  3. Vivere la vita con tutti gli aspetti positivi e i lati esaltanti, significa apprezzarla come dono gratuito di Dio. Nessuno, infatti l’ha mai chiesto prima ancora di esistere e quando si prende coscienza di averla ricevuta dovrebbe essere un continuo rendimento di grazia a Dio. Il più grande dono di Dio all’uomo è la vita.Sante e vere le parole di San Francesco di Assisi: Deu meus et omnia: Mio Dio e mio tutto!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...